Interviste

Book Influencer a chi? – Intervista a MR. TANNUS

Dodicesimo appuntamento con “Book Influencer a chi?”, la rubrica con cui cercherò di presentarvi alcuni profili di blogger meritevoli – con i loro punti di forza e i loro punti deboli, i loro gusti e le loro manie – e soprattutto cercheremo, insieme, di dimostrare che ciò che li muove è innanzitutto una passione, quella per i libri.

Non sono tutti uguali: c’è chi punta di più sul blog e chi punta di più sui social, chi si diletta a consigliare solo classici e chi invece, di classici, non si occupa proprio. C’è chi vuole puntare l’attenzione sui libri scritti da donne, chi ama soprattutto gialli e romanzi storici, chi non legge autori autopubblicati e chi si occupa prevalentemente di saggistica. Ciò che conta, in ogni caso, è che in questa varietà nessuno tratta la materia letteraria con superficialità. Opinioni, riflessioni, giudizi dettati dal gusto personale: niente viene lasciato al caso.

E se poi parlare di libri, fotografarli, scriverne e consigliarli diventa un reato, beh, ce lo faranno sapere. Nel frattempo, visto che i libri sono fatti per essere comprati e letti, noi ci mettiamo del nostro. Dopotutto, molti sono gli editori, gli uffici stampa, gli scrittori e soprattutto i lettori che hanno deciso di dare credito a questa categoria. Forse, sarebbe il caso di cominciare a capire il perché.

Se vorrete condividere questa intervista e sposare il progetto, usate l’#: #BookInfluencerAChi

20200127_163035_0000

Questa volta parliamo del blog “Mister Tannus” e della ricca e accurata attività di Gaetano Lamberti, ideatore del suddetto lit-blog.

INTERVISTA A GAETANO LAMBERTI, MISTER TANNUS

IMG_2682

  1. Chi è Gaetano Lamberti, in arte “Mister Tannus”? Descrivi te stesso e il tuo blog utilizzando tre aggettivi – e ovviamente motivando la risposta.

Oh, si parte subito da una domanda difficile! Parlare di sé stessi è così complicato… si inizia a riflettere e poi si precipita in una seduta di auto psicoanalisi. Quindi sarò più basico e semplice possibile. Sono un ragazzo – ahimè!, forse dovrei iniziare a dire un adulto – di trent’anni. Molto pacifico in apparenza, ma dentro ho continue Guerre Mondiali in cui io stesso, in qualità di Salvatore, mi concedo delle saltuarie tregue. I tre aggettivi per definire me e il blog sono: non pretenzioso, sincero, rispettoso. Quando parlo di libri lo faccio da semplice lettore onnivoro, non ponendomi mai come un arrogante che vuole saperne di più dell’autore e sono del parere che anche il libro più brutto letto vada rispettato, motivando perché non ci sia piaciuto, certo!, ma sempre con umiltà ed educazione.

  1. Qual è la caratteristica principale del tuo blog? Quali sono le linee che hai scelto di seguire quando l’hai aperto? Facci un piccolo riassunto di come e quando nasce.

Io sono un neonato quando si parla di blog, www.mistertannus.home.blog, perché il mio deve compiere ancora un anno. Ho sentito l’esigenza di crearlo quando ho capito che i 2200 caratteri (spazi inclusi) di un post Instagram non erano bastevoli per raccontare di un libro, o almeno di alcuni libri. Quindi il blog è nato come estensione del mio profilo Instagram e ho anche pensato che forse un giorno IG possa “passare di moda” e io non voglio che quello che sto creando sia tempo perduto. Non ho linee guida che mi prefiggo, non ho appuntamenti fissi, cerco soltanto di aggiornarlo abbastanza spesso e di essere soddisfatto di quello che ho scritto.

  1. Quali sono, secondo te, gli elementi che fanno di un blogger un BUON blogger?

Sicuramente la sincerità e l’onestà. E’ davvero difficile riuscire a fidarsi di un blogger, riuscire a percepire dal blog l’identità del suo creatore. E poi la leggerezza! Sembra così difficile oggigiorno riuscire a essere leggeri. Nei blog, così come nella vita vera, mi scontro spesso con serietà esagerate, arroganza, presuntuosità, maleducazione. Un groppone sulla nuca da quale io fuggo a gambe levate. E non meno importante è la creatività, una creatività che ti permetta di esprimere la tua anima attraverso la forma d’arte.

  1. Cosa rappresentano i libri nella tua vita e nel tuo percorso di blogger?

Non posso immaginare la mia vita senza libri, no no non esiste! Ora ci ho pensato e mi sono rabbuiato. Debbo più gratitudine ai libri che alle persone. Ci sono stati momenti nero pece che hanno trovato luminosità soltanto grazie ai libri. Dentro di loro ho trovato tutto, ho trovato la salvezza ed è forse anche per questo motivo che il mio approccio con loro è sempre di immenso rispetto. E spero, è un augurio il mio, che questo rispetto appaia anche nel mio blog.

image1
Dall’account Instagram @mr.tannus
  1. Come ti rapporti al pubblico dei tuoi lettori?

Provo a essere me stesso e basta, con i pregi e i difetti e cerco di dare la giusta attenzione a ogni lettore, ringraziando sempre anche per una semplice domanda che mi viene posta.

  1. Cos’è, per te, un “buon libro”? Quali sono gli ingredienti che lo rendono tale?

Se il mondo sparisce, allora è lui, è un buon libro. Ma volendo essere più terreni, direi che la scrittura sia un elemento fondamentale. La bellezza della scrittura mi incanta sempre, forse è anche per questo che amo Tommaso Landolfi, o Michele Mari, per dirne soltanto due che con i loro libri mi portano, con un tripudio di bellezza e magnificenza (anche estetica) dove vogliono loro. E poi cosa che mi riempie di splendore è l’abolizione dell’ignoranza, ovvero quando un libro insegna, illumina il buio eliminando l’ignoranza che avevo su un qualcosa, su un argomento.

  1. So che è una domanda superflua e al contempo difficile, ma: autore e libro preferiti?

Meno male che lo sai anche tu, che domandona questa! Ci sono vari libri che reputo i miei preferiti, e voglio essere razionale, togliendo dalla classifica i libri salvifici e che magari ho letto anche otto volte di seguito. Io ho letteralmente amato due libri dello stesso autore, e con entrambi ho avuto difficoltà di lettura verso il finale poiché mi servivano i tergicristalli agli occhi: I Miserabili e Notre Dame de Paris di Victor Hugo. Però adesso già sto pensando a Melville, a Thoreau, Edgar Allan Poe, il magnifico Nathaniel Hawthorne (di cui ho tutte le prime edizioni italiane)…

  1. Sui book blogger, bookstagrammer e book influencer se ne dicono di ogni: qual è la critica che, ad oggi, reputi la più errata?

Credo che la critica più errata sia che queste figure siano in-influenti; ci sono dati statistici che confermano il contrario. Poi, secondo me, sono comprensibili le critiche riposte nei nostri confronti. Siamo una realtà nuova, e come tutte le cose nuove eccitano ma fanno paura. In ogni caso penso che le critiche debbano anche essere fatte con cognizione di causa e dirette a una specifica persona o a uno specifico profilo, e non a una intera categoria. Le pecore nere sono in ogni campo, siamo persone.

  1. Parliamo infine del profilo Instagram. Quanto tempo investi nella cura del profilo? Quali sono, un po’ come per il blog, le tue linee guida? Ed infine: “immagine vs contenuto” o “immagine + contenuto”?

Sono un perfezionista (spensierato) lo ammetto, e ho la pretesa di esserlo senza l’attrezzatura per esserlo. Ho un iphone, ma non so usare photoshop. Non ho luci da studio fotografico, sono molto amatoriale. Faccio le corse a casa dopo il lavoro per riuscire ad acciuffare gli ultimi raggi solari, e in inverno è un gran problema. Però lo ammetto, se una foto non mi piace e magari ho scritto un riuscito commento al libro da usare come didascalia, non posto finchè non sono soddisfatto in egual misura di entrambe le cose. In ogni caso non ci vedo nulla di male a ricreare un set fotografico per parlare di un libro; io quando lo faccio sento come se stessi liberando la mia espressività.

Quindi, assolutamente Immagine + Contenuto. E’ inutile girarci intorno. Instagram è un social nato per condividere fotografie, quindi un qualcosa di visibile. E’ un po’ un concorso di bellezza. Una foto bella (e per “bella” ci sarebbero tante considerazioni da fare) riceve sicuramente più cuori di un’altra meno bella.

Processed with VSCO with c4 preset
Dall’account Instagram @mr.tannus

Potete trovarlo su Instagram come:

@mr.tannus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...